3 Condivisioni

Vi siete mai trovati nella situazione di dover cambiare tutto, avendo già quel “tutto” realizzato e funzionante? Oggi vi spiegherò perchè progettare prima di realizzare un progetto è così importante e come può farvi guadagnare denaro e tempo.

Mi piace fare sempre l’esempio della casa e delle sue fondamenta.

Hai mai pensato di realizzare un palazzo senza di esse? No! Chiaro… crollerebbe nel giro di pochi anni, se non mesi…

Quando avvii un nuovo progetto è molto simile. Che tu sia un dipendente o libero professionista, è necessario prendersi del tempo e riflettere. Mettere tutte le carte in tavola e definire tutte le possibili variabili.

Tuttavia nella maggiorparte dei casi “the big-boss” ti mette fretta oppure hai delle scadenze tali per cui sei costretto a tralasciare variabili importantissime per il tuo lavoro.

Ed ecco che mesi e mesi dopo l’avvio di un programma, una piccola svista di progettazione può causare ore, addirittura giorni, di lavoro per adeguare il tutto alla nuova comanda.

L’importanza di definire ed analizzare

analizzareHai un nuovo progetto? Un’idea? Come la costruisci? Di cosa hai bisogno? Con che mezzi la puoi realizzare? Con chi?

 

Ci sono delle domande che ognuno di noi dovrebbe porsi prima di mettersi a capofitto ed iniziare a realizzare.

Durante questa fase è bene definire a grandi linee quello che dovrà essere sviluppato. L’indagine preliminare che aiuta a capire i costi di realizzazione, i requisiti, fattibilità e mezzi con cui gestire questo progetto. Non è richiesto definire con particolari ogni singola parte, ma solo fare un’analisi generica per avere il quadro generale.

Progettare

guadagnare denaro

Una volta che il progetto è fattibile sotto ogni punto di vista e si sono chiariti i punti principali, è il momento di scendere nei dettagli. Bisogna mettersi a tavolino e scrivere con carta, penna e calamaio ogni singolo punto, idea, problematica che potrebbe insorgere o variabile su cui si potrebbe incorrere.

In questa fase stai realizzando le fondamenta. Capisci che più forte le fai, più il progetto sarà duraturo e strutturato.

Bisogna prevedere ogni variabile, in modo da gestire facilmente il problema in anticipo. Ovvio, nessuno di noi ha la bacchetta magica e un cappello da mago… ma se siamo bravi abbastanza, possiamo anticipare il fato.

Spesso può essere una buona idea coinvolgere persone esterne a tutto, magari amici o familiari, ed esporre tutto il progetto. Ti stupirai di quanto possano essere utili, non avendo la mente coinvolta possono analizzare il problema da un punto di vista generale e pensare a variabili che prima non avresti nemmeno immaginato.

Realizzare

realizzare un progetto

Finalmente! Hai delle belle fondamenta di cemento armato anti-problemi. E’ giusto il momento di sviluppare e mettere in atto quella cosa tanto pianificata.

Il lato positivo di progettare è che in questa fase hai la strada completamente libera. Hai messo in tavola ogni possibile variabile, hai scelto i mezzi migliori per svolgere il compito e hai pensato ad ogni possibile problematica futura.

Ti resta semplicemente il piacere creativo.

Ma perchè dovrei guadagnare tempo e denaro progettando?

Capisco che solitamente siamo completamente saturi di lavoro e dire “ok, ma come trovo il tempo di progettare?” sembra essere la prima cosa che ti salta per la testa.

Guardando però il problema da un punto di vista diverso, lo sviluppo è ciò che consuma più energie e nel caso di problemi a cui non avevi dato risposta in anticipo, blocchi i lavori in corso per un tempo indeterminato.

Nel momento in cui tu utilizzi il tempo a disposizione per generare uno scheletro robusto, lo sviluppo verrà fatto nella metà del tempo e le problematiche saranno già risolte in partenza.

Ovvio che non essendo chiaroveggenti, non si può pensare proprio a tutto. Ma il tempo speso a correggere situazioni e progetti mal-strutturati, lo puoi utilizzare per essere più produttivo e concentrarti su altro.

Puoi sviluppare un progetto a cui pensavi da tempo, dedicarti a hobby che avevi sempre dovuto procrastinare, uscite a cui hai dovuto rinunciare.

Sono lezioni di vita che si imparano con l’esperienza. Quando ti trovi alle 22:30 a scrivere codice per finire un applicativo necessario per il giorno dopo, ti inizi a fare qualche domanda. Ti chiedi perchè sei arrivato a quel punto e cosa ti ha “rubato” così tanto tempo da non poter vivere tranquillo.

E’ semplice pensare, col senno di poi, a quanto tempo ho perso semplicemente buttandomi su un problema senza ragionarci sopra. Dal cambiamento dell’ultimo momento a quel maledetto bug che spunta fuori 5 minuti prima di una presentazione.

Fermiamoci a ragionare, ne vale la pena no?

3 Condivisioni